L’importanza di una buona acustica

Il mondo in cui viviamo diventa ogni giorno più caotico e rumoroso. Ovunque ci troviamo, veniamo sottoposti a un carico eccessivo di impulsi sonori: nel traffico, in ufficio, a scuola, persino negli ospedali dove la tranquillità e la calma, fattori determinanti per una completa guarigione, dovrebbero essere la norma. Il grande problema di tutti questi impulsi sonori, accompagnati da una pessima acustica, è che la nostra salute, la produttività, il comportamento sociale e l’istruzione ne vengono negativamente influenzati.

Salute e assistenza sanitaria sotto pressione

Salute-assistenza-sanitaria

Sono sempre più numerosi gli studi scientifici che dimostrano il collegamento tra rumore ed ogni genere di disturbo fisico tra cui insonnia, pressione alta e stress, riduzione della memoria a breve termine, danni alla voce e cardiopatie. Sorprendentemente, il nostro settore sanitario è tra i maggiori produttori di rumori e di inquinamento acustico: dispositivi medici, sistemi di allarme, segnalatori acustici, conversazioni a voce alta nelle corsie e via dicendo. Quindi, gli ospedali non sono quei luoghi tranquilli che potremmo aspettarci, in cui guarire e ristabilirsi dopo un intervento o una malattia.

Non sono solo i pazienti a risentirne, ma anche il personale medico ha problemi con il costante aumento del livello di rumore nel nostro sistema sanitario. Di fatto, man mano che il livello di rumore aumenta, cresce anche il livello di stress e di conseguenza il numero di errori medici.

Insegnamento faticoso a causa di una pessima acustica

Il secondo settore più rumoroso riguarda l’istruzione. Nelle aule classiche l’acustica è talmente scadente che la risonanza fa sì che appena il 50% di quanto detto dall’insegnante venga compreso dalla quarta fila. Ciò significa che gli studenti che siedono in quarta fila o dietro devono compiere almeno il doppio dello sforzo per concentrarsi su quanto viene detto. Ne consegue che l’intero processo di apprendimento viene notevolmente rallentato.

notevolmente-rallentato

Se ciò non bastasse, vi è una crescente tendenza a costruire aule scolastiche in un ambiente aperto, sulla scia degli ormai diffusi uffici open space. Questo tipo di infrastruttura moderna si presenta esteticamente piacevole ed elegante, sebbene non risulti pratica. Anche in questo caso gli studenti non capiscono il loro insegnante a causa dell’eccessivo rumore di sottofondo e delle distrazioni.

Non solo gli studenti hanno problemi a causa delle aule rumorose dalla pessima acustica, ma gli insegnanti sono obbligati ad esprimersi al di sopra del già elevato numero di decibel per essere compresi, aumentando in questo modo il loro livello di stress e mettendo sotto pressione la loro voce. La ricerca scientifica dimostra che vi è un evidente legame tra il livello di rumore e la frequenza cardiaca: più forte è il rumore, tanto più alta è la frequenza cardiaca e altrettanto maggiore è il rischio di un infarto.

Acustica scadente in ufficio

Nell’ambiente di lavoro sperimentiamo esattamente gli stessi problemi negli open space. L’eccessivo rumore di fondo causa un aumento del livello dell’ormone dello stress e della pressione sanguigna nei dipendenti, il che, come precedentemente accennato, aumenta il rischio di infarto. D’altra parte, non vi è alcuna prova che dimostri come gli open space negli uffici stimolino la produttività. Al contrario.

Progetti per l’udito

È chiaramente tempo di cambiamenti. Dobbiamo smettere di occuparci esclusivamente della progettazione visiva, ma pensare anche all’udito e in generale alla percezione di un ambiente. Ci sono diversi modi per costruire un’infrastruttura più gradevole e soprattutto più sana, sebbene non esista una soluzione universale. Le possibilità variano dallo spazio stesso e dallo scopo per cui è stato adibito. Citiamo alcune tecniche:

Deadening rooms

Ambienti insonorizzati per ridurre al minimo il riverbero. È possibile realizzarli utilizzando, ad esempio, pannelli fonoattenuanti sulle pareti e il soffitto oppure materiali fonoassorbenti nella costruzione della stanza. Queste tecniche garantiscono un’acustica migliore.

Ambient soundscape

Questa tecnica viene già impiegata negli affollati corridoi dei centri commerciali e degli aeroporti. Musica senza voce con suoni ispirati alla natura. È stato dimostrato che l’utilizzo di ambient soundscape in aeroporto riduce lo stress nei passeggeri e contribuisce ad aumentare le vendite nei negozi al suo interno.

Attenzione: è importante cercare un aiuto esperto nello sviluppo di un paesaggio sonoro, poiché deve essere pienamente in linea con il marchio/azienda in questione ed avere il valore qualitativo adatto per creare l’effetto desiderato.

Sound masking

Si tratta dell’utilizzo di rilassanti suoni di sottofondo. È una tecnica che può essere utilizzata negli uffici open space per “attutire” le conversazioni circostanti, consentendo ai dipendenti di continuare a concentrarsi sul proprio lavoro. È altresì dimostrato che questa tecnica migliora la memoria a breve termine dei dipendenti.

Artificial windows

Si tratta di proiezioni video di scene naturalistiche con suoni corrispondenti. Questa tecnica ha ripetutamente dimostrato come le prestazioni dei dipendenti migliorino con suoni di fondo di questo genere rispetto ad un ufficio dove regna il silenzio. Ciò ha a che fare con la sensazione provata dai nostri antenati nell’ascoltare questi rilassanti suoni naturali, che contribuiscono a creare un ambiente piacevole e sicuro.

Le soluzioni acustiche per controsoffitti di kreon

Il livello sonoro percepito e una buona acustica di un ambiente vengono determinati da una parte dalla sorgente sonora e dall’altro da una serie di riflessioni del suono sulle superfici della stanza. Spesso, queste riflessioni possono essere considerate sgradevoli. È per questo che kreon ha sviluppato delle soluzioni per controsoffitti con piastrelle realizzate in materiali speciali in grado di assorbire o attutire i suoni riflessi in determinate parti della stanza.

assorbimento-acustico

assorbimento acustico

Con l’assorbimento acustico , il suono viene catturato da una superficie, cosicché la sua riflessione all’interno dell’ambiente viene ridotta al minimo. Forti suoni di riflessione vengono percepiti come sgradevoli e aumentano il livello sonoro percepito. kreon utilizza materiali fonoassorbenti in combinazioni con perforazioni nel controsoffitto per permettere il passaggio del suono.

 

Isolamento acustico/attenuazione del suonoIsolamento-kreon

Nei controsoffitti tradizionali spesso si utilizzano pareti divisorie modulari che si estendono solo fino alla parte ribassata. Di conseguenza, l’isolamento acustico tra gli ambienti adiacenti risulta insufficiente. L’utilizzo di materiali fonoisolanti rappresenta un’ulteriore misura per mantenere il suono all’interno o all’esterno degli ambienti. È per questo che le piastrelle acustiche sviluppate da kreon sono riempite con lana minerale e cartongesso.

                                                New call-to-action

Back to blog overview